martedì 17 dicembre 2013

Ollallà!

Le barzellette


Ci sono un italiano, un francese, un inglese e un tedesco e tutti e quattro... no, aspetta, non era così... aspetta... ah, sì!

Siamo una squadra fortissimi, andremo in Championssss e saremo la Regina d'Europa... o la Drag Queen? Cavoli, non riesco mai a ricordare le barzellette... aspetta... dai, questa volta la so... questa volta me la ricordo... era così:

Ci sono un accontentista, un granatista, un complottista, un tremendista, un superghista, un venturista, un antiventurista e un cairota che si scannano su chi abbia più diritto degli altri di dire: "Avevo ragione io!"
Un tizio, che si trova a passare nelle vicinanze di tale assortimento di persone, li ascolta e poi dice loro: "Scusate, lor signori... siete tutti tifosi del Toro?"
L'accontentista, il granatista, il complottista, il tremendista, il superghista, il venturista, l'antiventurista e il cairota, senza esitare rispondono in coro: "Sì!"
E poi tornano a scannarsi.
Il tizio prosegue per la sua strada domandandosi: "Ma se sono tutti del Toro... perché non sono felici e basta? Domenica hanno pure vinto fuori casa..."

Che ridere, vero?

Boh, forza Toro.

Intanto ringrazio lo zampino del (da me) non amato Ventura, ringrazio i Ragazzi, godo del momento, ringrazio il Fato per avermi riservato la sorte di essere del Toro, ringrazio il Fato per avermi riservato la sorte di essere un po' accontentista, un po' granatista, un po' complottista, un po' tremendista, un po' superghista, un po' venturista, un po' ativenturista e un po' cairota (*), ringrazio il Fato per... bon, lo ringrazio e basta: la gratitudine è un sentimento che amo sperimentare (bidirezionalmente).

(*) Questa etichetta l'ho vinta anni fa insieme a "Sei nel libro paga di Cairo... non credo possibile che ci sia gente che scrive di Toro senza farsi pagare...". Apperò, eh?

Tacabanda, va'... Thank You, da BBC Sessions, pubblicato nel 1997, la registrazione in questione è del 1° aprile 1971, concerto tenuto a Londra.

Una delle migliori versioni di "Thank You",
l'assolo è una delle ragioni per cui sono grata di essere viva.



Quella volta in cui stavo per imbarcarmi per l'Inghilterra
ed ho scelto di mostrare a tutti la mia felicità
(che è un altro nome della gratitudine)